mercoledì, agosto 13, 2008

Ritorno dalle vacanze














Sono tornata ieri da una splendida settimana di vacanza in Turchia, questa vacanza è stata tanto bella quanto inaspettata; credo di aver già detto che non sono una programmatrice, non di quelle che a gennaio hanno già il programma pronto per il mese di agosto, io ho tanti impegni e scadenze che sono costretta a rispettare ma, quando si tratta di riposo e divertimento ,la prendo come viene, per me e mio marito è già un problema trovare il periodo in cui riuscire a ritagliarci quattro giorni per noi dopo aver tenuto conto delle esigenze di lavoro, del piccolo, dei ragazzi, degli anziani e del cane.Bene, alla metà di luglio eravamo riusciti a individuare la fatidica settimana con il semaforo verde ma non avevamo ancora deciso la meta, quando mio marito scopre che deve andare in Turchia un paio di giorni per lavoro proprio in quella settimana: che facciamo? semplice,ci vado anch'io e dopo i due giorni a Bursa proseguiamo il soggiorno a Istanbul per altri quattro. Detto fatto mi sono ritrovata sulle sponde del Mar di Marmara, è stata una bellissima esperienza, la Turchia è una terra con una storia millenaria ricca di cultura e tradizioni che mi ha veramente stupita, il contrasto tra un passato grandioso che emerge dai bellissimi palazzi, dalle moschee,dalle rovine e questo presente dai mille volti che spesso fatica a trovare un giusto equilibrio mi ha veramente affascinata. Per me il bello di ogni viaggio è il cercare di entrare un pò nello spirito delle persone che vivono il luogo, cercare di capire il perchè delle cose, devo dire che questa volta sono stata particolarmente fortunata nella mia ricerca perchè ho avuto modo di passare due serate speciali con persone del luogo: la prima con un giovane ingegnere della fabbrica in cui si è recato mio marito il quale ci ha accompagnato nel suo paese natale che dista pochi km da Bursa ma non è ancora stato toccato dall'industrializzazione per cui la vita è come se si fosse fermata a un secolo fa e la seconda con un'amica quilter e suo marito che vivono a Istanbul e sono una coppia decisamente occidentale alle prese con problemi di lavoro, traffico, ecc.
Sono stata impressionata dalle dimensioni di questa città, pensate che Istanbul conta ufficialmente più di 11 milioni di abitanti (ma sono molti di più),si estende per una lunghezza di 200 km e una larghezza di 70 km, poi inutile dire che la Moschea Blu, Santa Sofia, il Topkapi, la Cisterna della basilica e il Gran Bazar sono delle autentiche meraviglie.

2 commenti:

Gunnels blog ha detto...

Beautiful pictures!

marisa ha detto...

Mi e' piaciuta molto la foto delle spezie...sembra un quilt !