lunedì, settembre 24, 2007

L'arte dei Kuna











Un pomeriggio della scorsa settimana, ho piacevolmente trascorso un' ora ad ammirare delle bellissime "Molas" esposte nell'ecomuseo del Villaggio Leumann, non lontano da casa mia.
Si poteva anche vedere un video/ documentario sull'origine delle Molas che ho trovato molto interessante.
Le Molas sono manufatti tessili cuciti dalle donne del popolo Kuna che oggi conta una popolazione di circa 25.000 abitanti che occupano una cinquantina di isole della fascia costiera Caraibica dello stato di Panama.
I disegni delle molas sono carichi di simboli che si riferiscono alla natura, alla religione o alla storia del popolo. La tecnica di sovrapposizione di tessuti di diversi colori ha a che vedere con la concezione del mondo: secondo i Kuna il mondo è formato da 8 livelli, in ciascuno dei quali si individuano diversi oggetti della realtà e vivono gli spiriti, la possibilità di cogliere i diversi strati dipende dal grado di conoscenza e dalla ricchezza delle esperienze umane.
Anche i colori hanno grande importanza in questi manufatti e, naturalmente ogni colore ha un suo significato particolare: il rosso è la fertilità, l'oro è il colore " dell'altro mondo", il bianco la purezza.
La combinazione fra il bianco e il rosso simboleggia la nascita.
Le molas così come le vediamo oggi hanno subito diverse tappe evolutive attraverso cui il linguaggio grafico è stato trasferito da dipinti sul corpo al tessuto.Si pensa che i missionari cristiani spinsero gli indigeni ad indossare degli abiti, per cui attorno al 1700 i simboli che prima venivano dipinti sul corpo incominciarono ad essere realizzati su stoffe di cotone tessute al telaio e a mano.

1 commento:

aless.erre ha detto...

Semplicemente bellissimi!!!